Vieni alla Maratona delle Galapagos

La dodicesima edizione della maratona Come to Galapagos si svolge due volte! Di nuovo!

4 agosto e 13 ottobre 2024

In risposta alla domanda popolare e nel tentativo di mantenere il campo di gara al numero limitato che possiamo gestire nello stile personalizzato che abbiamo, la maratona Come to Galapagos 2024 si terrà il 4 agosto (clima fresco qui, un "mese leggero" per le maratone offerte in altre parti del mondo) e il 13 ottobre (clima fresco qui, la stagione lenta per il turismo e quindi una buona data per l'economia locale).

L'evento si svolgerà come negli anni precedenti, come evento privato per i corridori internazionali, ognuno dei quali sponsorizza un corridore locale pagando il suo biglietto d'ingresso. L'evento è aperto ai corridori internazionali che partecipano al pacchetto Come To Galapagos Marathon Tour. Modulo di iscrizione alla gara e di esclusione di responsabilità : clicca qui.

 

Il titolo va qui

Il contenuto va qui. È possibile modificare o rimuovere questo testo in linea o nelle impostazioni del modulo Contenuto. È inoltre possibile stilizzare ogni aspetto di questo contenuto nelle impostazioni del modulo Design e persino applicare CSS personalizzati a questo testo nelle impostazioni del modulo Avanzate.Il vostro contenuto va qui. Modificare o rimuovere questo testo in linea o nelle impostazioni del modulo Contenuto. È inoltre possibile modellare ogni aspetto di questo contenuto nelle impostazioni del modulo Design e persino applicare CSS personalizzati a questo testo nelle impostazioni del modulo Avanzate.Il vostro contenuto va qui. 

Tutti i corridori in visita trascorrono la notte in un hotel a 15 metri dalla linea di partenza. Questo permette loro di dormire un'ora in più (senza dover essere trasportati fino alla linea di partenza), di utilizzare i "servizi" al coperto direttamente prima della gara e di trascorrere del tempo con gli altri corridori in un ambiente comune (spaghettata la sera prima, giro del percorso il giorno prima).

A ogni maratoneta viene assegnato un autista/carrozzella personale. Questa persona aspetta due chilometri lungo il percorso, li idrata, guida di nuovo due chilometri più avanti, si ferma ovunque ci sia un cambio di percorso per assicurarsi che i corridori siano sul percorso, e continua questo processo fino a quando i corridori tagliano il traguardo.

Questo permette ai corridori di avere a disposizione qualsiasi bevanda desiderino, giacchette, spugne bagnate, ecc. Questo ci permette anche di sapere dove si trova ogni corridore sul percorso e di controllare come sta andando.

Nei giorni successivi alla gara, mostriamo ai corridori i più grandi successi delle Galapagos. Sempre recensioni entusiastiche!

Le persone che supervisioneranno l'evento saranno la famiglia di Come to Galapagos: agricoltori, pescatori, personale dei ristoranti, proprietari di hotel, guide del Parco Nazionale delle Galapagos e così via, tutte le persone che lavorano regolarmente con noi occupandosi dei nostri ospiti qui a San Cristobal.

Le date sono state scelte per tre motivi:

  1. Agosto e ottobre sono due dei mesi più freschi. La temperatura media è di 70 gradi e in genere è leggermente nuvolosa, il che rende le condizioni di corsa molto migliori rispetto a 85 gradi con un'umidità del 95% e un sole equatoriale cocente.
  2. La data viene annunciata con sufficiente anticipo per dare ai partecipanti il tempo di pianificare.
  3. Ottobre è uno dei mesi meno frequentati, quindi i corridori avranno un impatto minore sui siti dei visitatori. Inoltre, la famiglia Come to Galapagos riceverà un'iniezione di denaro quando ne avrà più bisogno.

Cerchiamo di pianificare e organizzare ogni dettaglio, ma ogni anno accade qualcosa di meraviglioso che non avevamo previsto.

Il primo anno c'era un contadino che applaudiva e lanciava petali di fiori al passaggio dei maratoneti. Poi c'è stato il gruppo di bambini che giocava a calcio allo stadio vicino al traguardo e che ha avuto la brillante idea di scortare i maratoneti mentre entravano nello stadio e percorrevano gli ultimi 300 metri della pista fino al traguardo. Ai bambini è piaciuto perché hanno potuto tagliare il traguardo e ricevere gli applausi più volte. I corridori hanno detto che è stata la cosa più utile che gli sia mai capitata finendo una maratona. Così l'abbiamo fatta diventare una tradizione.

Un anno c'era un uomo al chilometro 32 che dava ai corridori che lo desideravano un secchio pieno d'acqua sulla testa. Si trovava lì per caso al K 32 "il muro". Diversi corridori mi hanno raccontato che quel secchio d'acqua e quell'uomo lì, con la sua disponibilità ad aiutarli, hanno fatto la differenza.

L'ideale per un percorso di maratona è un ovale di 42 chilometri su un piano pianeggiante, all'interno di una pineta ad alto fusto, in modo che sia ombreggiato e che gli aghi di pino costituiscano una superficie di corsa confortevole. L'ovale deve essere tale da consentire l'inizio e la fine della gara nello stesso punto; tutto ciò che è meno di questo è un compromesso.

Non abbiamo pinete né pianure. La strada asfaltata più lunga dell'isola è di 26 chilometri a senso unico, ma io ho scelto il percorso più semplice che ho trovato, che tra l'altro attraversa cinque zone climatiche, offre panorami straordinari e passa per punti in cui si possono incontrare tartarughe giganti selvatiche e leoni marini che si riposano.

È un percorso "duro". La maggior parte dei corridori che iniziano a correre per vedere quanto velocemente riescono a farlo, abbandonano presto l'idea e si godono la corsa. 

Il percorso della maratona inizia a 574 metri sul livello del mare, sulla parte più alta della strada asfaltata che attraversa l'isola. Termina su una piccola spiaggia in città, a un centinaio di metri dall'hotel. Il percorso si svolge su asfalto, cemento, blocchi intarsiati o strada sterrata. Ci sono due tratti che costeggiano la costa. I corridori attraversano cinque zone di vegetazione (miconia, scalesia, transizione, arida e costiera). Considerando tutte le ondulazioni, il percorso ha una discesa netta di circa 808 metri e una salita netta di circa 234 metri. Gli ultimi 10 chilometri hanno una salita netta di 75 metri e una discesa di 60 metri. Gli ultimi tre chilometri sono relativamente pianeggianti.

Anche la mezza maratona parte a 574 metri sul livello del mare, sulla parte più alta della strada asfaltata che attraversa l'isola. Termina sulla stessa piccola spiaggia in città, a un centinaio di metri dall'hotel, con una discesa netta di circa 584 metri e una salita netta di circa 42 metri.